Denti di gallina

Denti di Gallina, Giunti, Gli Alberini, 2015.

Denti di Gallina, Giunti, Gli Alberini, 2015.

Denti di Gallina
Editore
: Giunti, Gli Alberini
Costo di copertina: 4,50 euro
Anno di pubblicazione: marzo 2015
Età di lettura: dai 5 anni

Contenuto
Scavando una buca, Bice e Gilberto trovano degli strani oggettini bianchi. I bambini non hanno dubbi: sono denti di gallina! Ora non devono far altro che partire alla ricerca della gallina sdentata…

E poi…
Io me lo sono sempre domandata perché le galline non avessero i denti. Da piccola, immaginavo quanto sarebbe stato più comodo per loro masticare il mais anziché ingoiarlo intero. In questa storia ci sono due bambini che la pensano esattamente come me e tutto comincia in mezzo ad alcune piante di limone.

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Mamma, ti ricordi di venirmi a prendere?

Mamma, ti ricordi di venirmi a prendere? Piemme, BAV, Arcobaleno, 2015.

Mamma, ti ricordi di venirmi a prendere?
Piemme, BAV, Arcobaleno, 2015.

Mamma, ti ricordi di venirmi a prendere?
Editore
: Piemme, il Battello a Vapore, serie Arcobaleno
Costo di copertina: 4,50 euro
Anno di pubblicazione: marzo 2015
Età di lettura: dai 5 anni

Contenuto
A Giorgio piace giocare con i suoi amici Alessio e Marianna, e anche le maestre gli stanno simpatiche, ma tutte le volte che deve salutare la mamma davanti a scuola gli viene da piangere. Per fortuna lei ha una soluzione che gli farà tornare il sorriso!

E poi…
Da piccola avevo il terrore che non mi venissero a prendere alla fine della scuola. Anche mia figlia era scossa dalla stessa paura, come molti altri bambini. Potevo non farci una storia? Be’, già che c’ero, l’ho scritta su misura per fifoni patentati.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Chiedilo alle cipolle!

Chiedilo alle cipolle, Mondadori, 2015.

Chiedilo alle cipolle, Mondadori, 2015.

Chiedilo alle cipolle!
Editore: Mondadori, Collana I sassolini, Rosso
Costo di copertina: 7,50 euro
Anno di pubblicazione: gennaio 2015
Età di lettura: dai 7 anni

Contenuto
Nevica da tre giorni e non accenna a smettere. Del resto il signor Peppino lo aveva previsto, anzi, glielo avevano detto le cipolle, che secondo lui non sbagliano mai. Ma se le cipolle possono prevedere che tempo farà, quale frutta o verdura potrà suggerire a Lamberto il modo per risolvere il grosso guaio che ha combinato e fare pace con i suoi due migliori amici? Questo libro parla di… Le cipolle, decisamente, avevano visto giusto: anche la mattina successiva nevicava.

E poi…
L’idea di questa storia mi è venuta nel dicembre 2012, quando eravamo da poco scampati (o forse no?) alla fine del mondo. Era il 31 e stavo facendo la spesa di frutta e verdura, quando un signore accanto a me disse che sarebbero arrivate imponenti nevicate. Eppure era un inverno insolitamente mite. E io odio la neve. Gli chiesi come potesse saperlo e lui mi rispose, sicurissimo: “Ho letto le cipolle!” Scettica, mi feci spiegare tutto. Tre settimane dopo, per uscire di casa dovetti spalare neve per due ore. Capii allora che le cipolle avevano più ragioni di tanti umani di mia conoscenza… ricavarne una storia fu inevitabile.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La rivincita della mamma imperfetta

La rivincita della mamma imperfetta, Piemme, 2014.

La rivincita della mamma imperfetta, Piemme, 2014.

La rivincita della mamma imperfetta
Editore: Piemme
Costo di copertina: 12,50 euro
Anno di pubblicazione: ottobre 2014
Età di lettura: per lettori adulti

Contenuto
Lola ha trentott’anni, due figli meravigliosi, un marito che ama e un lavoro che adora. Insomma, tutte le carte in regola per poter entrare nel club delle Mamme Imperfette.
Nel corso di una settimana, la più temibile dell’anno – quella delle feste di compleanno di Sofia e Arturo (diversificate, ma entrambe curatissime); dei colloqui con gli insegnanti pre-chiusura estiva (tutti rigorosamente in orario di lavoro); dell’inaugurazione della mostra che ha curato per mesi e delle allergie che mettono KO il già non presentissimo marito – dimostrerà al mondo che può farcela. Perché la vita delle mamme che lavorano, ma che vogliono anche veder crescere i propri figli è così: una corsa a ostacoli, dove puoi star certa che se fai bene da una parte dall’altra succederà un disastro.
Ma in fondo al cuore lo sai: è stata la scelta giusta e tra qualche anno (10? 15?) potrai concederti una pausa!

E poi…
Questo è il mio primo (e forse unico) libro per lettori adulti. E’ dedicato a tutte le mamme che si vanno bene come sono, anche se agli occhi degli altri sono delle scellerate. Ed è dedicato anche a tutte le mamme che sanno quanto possano valere quei 20 minuti di pausa da sole, in auto, a giocare a Candy Crush o a Ruzzle. Ah, mi raccomando: non perdetevi il finale a sorpresa.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Questa sono io

Questa sono io, Il Castoro, 2014.

Questa sono io, Il Castoro, 2014.

Editore: Il Castoro
Costo di copertina: 14,50 euro
Anno di pubblicazione: settembre 2014
Età di lettura: dai 12 anni
Scritto a quattro mani con la mia amica Lodovica Cima

Contenuto
§Nella vita di Viola, tredici anni, tutto sembra tranquillo: la scuola, gli amici, una nonna che pensa a tutto, i programmi e le risate con la migliore amica Arianna. C’è anche Michele, bello e un po’ scontroso, che forse si è perfino accorto di lei. Ma allora da dove viene la brutta sensazione di essere invisibile? Di non contare mai abbastanza?
Viola capisce che se vuole scrollarsela di dosso, deve affrontare la realtà: sua madre non c’è quasi mai, fa la costumista teatrale ed è sempre molto impegnata, suo padre è ancora più assente, è attore e sempre in tournée. I contatti tra loro si limitano a qualche telefonata o visita improvvisata. Non hanno mai vissuto come una vera famiglia, perché? Con l’aiuto di Arianna scopre così un segreto difficile da digerire: la vera famiglia di suo padre – una moglie e due figli – è un’altra, e altrove. Viola dovrà imparare da sola chi e cosa è importante e costruire il suo mondo, partendo da una scelta consapevole e personale. Forse la soluzione ai suoi problemi non sarà dentro nella famiglia, ma fuori nel mondo, tra amici e un possibile amore.
Di pagina in pagina, le voci delle due autrici si fondono per narrare con una prosa brillante e con sguardo attento, lieve e partecipe, il delicato percorso di crescita e di presa di consapevolezza della complessità delle situazioni e della realtà da parte di una ragazza come tante, alle prese con il tentativo di definire la propria identità e il proprio spazio nel mondo.

E poi…
Scrivere a quattro mani non è mai facile, ma è sempre bellissimo. Con Lodovica ci eravamo ripromesse di non alternare le voci, ma di fare sempre e solo un lavoro corale. Abbiamo impiegato qualche anno, aspettando i momenti giusti per poterci dedicare al lavoro comune. A me è piaciuto tantissimo! Credo sia proprio valsa la pena di prenderci tutto questo tempo.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

L’isola dei libri perduti

IsolaLibriPerduti

Editore: Einaudi Ragazzi, collana Carta Bianca
Costo di copertina: 11 euro
Anno di pubblicazione: giugno 2014
Età di lettura: dai 12 anni
Copertina di Iacopo Bruno

Contenuto
Amalia e Nazario vivono su di un’isola collegata alla terra ferma da un istmo di sabbia che appare solo con la bassa marea. L’isolamento di cui soffrono non è però quello geografico, bensì quello ideologico coatto, creato e mantenuto dalla municipalità: tutto è proibito, dall’istruzione alla lettura fino alla semplice curiosità, al solo fine di soffocare ogni diversità di pensiero. Nonostante tutto, Amalia e Nazario riescono a covare il desiderio di andarsene. A loro si uniscono anche Flora e Corrado. Tra le due coppie si profilano ben presto due atteggiamenti diversi, propensioni e attitudini a pensare che delineano due diverse visioni. I quattro tentano l’evasione per tre volte, ogni volta imparando qualcosa che diventerà utile per l’ultimo tentativo, quando entreranno in gioco una bibliotecaria che non si pensava esistesse, un robivecchi dalla doppia vita e qualche adulto ambiguo. Le traversie che i quattro amici dovranno affrontare per capire che l’unico vero freno a cambiare le cose sta in loro stessi li porteranno alla scoperta di un segreto che l’isola nasconde ai più e che sarà determinante per consentire l’ultimo, definitivo, tentativo di fuga.

E poi…
Questo libro è stato una conquista! Il mio primo testo distopico, scritto e ripensato almeno un paio di volte: buttato e poi recuperato e finalmente approdato in un ottimo porto.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

IL ROGO DI STAZZEMA

Immagine

Il rogo di Stazzema
Editore: Piemme, collana Il Battello a Vapore, serie rossa
Costo di copertina: 8 euro
Anno di pubblicazione: giugno 2014
Età di lettura: dagli 11 anni 

Contenuto
Questo libro racconta una storia vera, anche se ogni volta che si racconta la Storia ne nasce inevitabilmente una storia. E’ la vicenda di Enio Mancini, che noi abbiamo chiamato Lapo, che viveva a Sant’Anna di Stazzema e il 12 agosto 1944 aveva sei anni. Quel giorno a Sant’Anna morirono, nel volgere di poche ore, 560 civili, vittime di atroci ferocità da parte delle SS in ritirata. Enio, suo fratello, la madre, la nonna e un bambino sfollato da loro con la mamma, sopravvissero in maniera miracolosa. Non raccontarne la storia, dopo averla conosciuta, sarebbe stato impossibile.

E poi…
Quando scrivo, ho l’abitudine di ascoltare in sottofondo musica o documentari. Un pomeriggio dell’estate 2012 stavo ascoltando una vecchia puntata di “La storia siamo noi”, la trasmissione di Giovanni Minoli, dedicata proprio all’eccidio di Stazzema. Appena Enio Mancini iniziò la propria testimonianza, smisi di scrivere per ascoltarlo bene. Chiamai mio marito e gli feci ascoltare la trasmissione. Decidemmo che dovevamo incontrare Enio. Lo trovammo grazie alla mediazione del Museo della Pace e lo raggiungemmo dopo poche settimane. Ci accompagnò a Sant’Anna e ci raccontò la sua storia sul sagrato della piccola chiesa dove vennero fucilati a decine i suoi compaesani. Passeggiammo sulle pendici delle montagne e lo seguimmo nella visita al Museo. Fu un’esperienza di rara intensità. Raccontare la vicenda, a quel punto, era un imperativo categorico.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento